Dona il tuo 5xmille alla Fondazione

DEVOLVERE il 5 PER MILLE è davvero semplice!
Al momento della consegna della dichiarazione dei redditi (730, CU e Modello Unico) basta apporre una firma nel riquadro dedicato (in alto a sinistra) al “Sostegno delle Organizzazioni non lucrative di utilità sociale” e indicare il nostro codice fiscale:

91010690120

NOTIZIE E NOVITA’ DEL 19 OTTOBRE 2020

Il Presidente di Regione Lombardia con l’ordinanza n.619 e 620 ha disposto il divieto di visita ai congiunti residenti presso le RSA. Le visite sono state pertanto sospese, ma abbiamo implementato il programma delle videochiamate. Per questa settimana la programmazione segue nei tempi quanto era già concordato per gli incontri, ma stiamo organizzando di potenziare il servizio delle chiamate pianificando con le famiglie date e orari. Per quanto riguarda le informazioni sulla salute dei propri cari permangono le modalità in essere.

La situazione sanitaria in RSA ad oggi non rileva persone positive al virus o sospette, sia tra anziani che operatori. Prosegue l’alta attenzione di tutti  in materia di prevenzione e  protezione. Per affrontare questo periodo che vede l’incremento dei casi positivi anche sui nostri territori, si è prescritto l’utilizzo delle mascherine ffp2 al personale a contatto con gli anziani e la prosecuzione del programma di formazione sull’uso dei DPI  e sui protocolli di prevenzione.

La sorveglianza sanitaria prosegue come stabilito nei protocolli di emergenza.

Si è avviato oggi un nuovo screening preventivo Covid19, tramite  l’effettuazione di tamponi,  sia per gli anziani che per  tutti gli operatori e si completerà nell’arco di circa un mese. In particolare si comunica che le informazioni su detto screening, in relazione ai nostri anziani, saranno comunicate di volta in volta ai familiari da parte della Direzione Sanitaria.

In relazione al  personale, la Fondazione ha sempre previsto l’effettuazione del tampone, sia per le nuova assunzioni, sia per il rientro in struttura per la ripresa  o attivazione dei servizi.

Abbiamo ripreso tutti i nostri servizi, e implementate tutte le attività animative, fisioterapiche e psicologiche. Si è man mano ripreso una quotidianità, seppur suddivisa per nuclei.

Per affrontare questa situazione di difficile comunicazione e lontananza fisica dei nostri anziani con i propri cari, abbiamo  pensato di avviare un progetto specifico dal titolo  “IL CASSETTO DEI RICORDI”, per il quale si è anche richiesto il contributo alla Fondazione Comunitaria del Varesotto

 

 

Il progetto ha più finalità:

  • Stimolare la mente dell’anziano e di prevenire il deterioramento cognitivo, in un’ottica di invecchiamento attivo. Verranno quindi proposte attività, che si si basano tutti sulla relazione, sull’interazione di piccoli gruppi e la rievocazione di ricordi. Si vuole proporre spunti semplici, film della gioventù, vita del quartiere, cibo, viaggi, lavoro, canzoni, legate ai loro ricordi. Aspetti familiari e rassicuranti, perché sono rivolti ad anziani con ridotta autonomia e spesso con problemi cognitivi con l’intento di far riemergere ricordi e trasformarli in qualcosa di concreto (es. quadri, murales, racconti ecc..) che verranno poi raggruppati in una raccolta che verrà stampata e pubblicata.
  • Coinvolgere familiari e volontari nel progetto, che attualmente non possono accedere alla struttura. Si vuole mostrare le attività svolte in Fondazione e renderli comunque partecipi chiedendo di contribuire in modo attivo. La sfida è quella di trovare nuovi modi e nuove forme di coinvolgimento a distanza, che permettano di sentirsi vicini ai propri cari seppur non fisicamente.  Si utilizzerà come strumento la nuova rubrica sul sito della Fondazione, L’Anziano Al Centro dove periodicamente verranno pubblicati articoli per aggiornare non solo volontari e parenti, ma l’intera comunità del progetto e delle attività della Fondazione. Le informazioni sulle pubblicazioni sono rese note a familiari e operatori  tramite le newsletter già attivate.
  • Proseguire il processo di sensibilizzazione e informazione del territorio, con l’obiettivo di rendere partecipe la comunità aggiornando tramite il sito della Fondazione, la Rubrica L’Anziano al Centro, al fine di sensibilizzare, formarla/informare sulle tematiche riguardanti l’anziano e le patologie in particolare la malattia di Alzheimer non essendo possibile organizzare convegni o serate informative. Verranno pubblicati articoli che aggiornano sullo sviluppo del progetto, sulle attività svolte, con una visione professionale che non solo aggiorni, ma che spieghi  i pensieri e le motivazioni che sono dietro ad ogni attività.

 

TENIAMOCI IN CONTATTO, con gli aggiornamenti sulle attività e sulla quotidianità

in Fondazione pubblicati nella nostra rubrica L’Anziano al Centro”.

 

 

Proseguono anche le donazioni in aiuto alla fondazione per supportare i costi onerosi di questo periodo di emergenza, stiamo man mano arrivando al raggiungimento del nostro obiettivo.

Per questo Vi  invitiamo a partecipare alla nostra  campagna:

AIUTACI A PROTEGGERE I NOSTRI ANZIANI DAL CORONAVIRUS

Grazie per la vostra collaborazione.

 

Il Presidente

Enrica Rossi

Torna in alto